Buoni Propositi: Come Mantenerli?

Alzi la mano chi non è rientrato dalle vacanze con la valigia traboccante dei classici buoni propositi per l’autunno, che ormai è quasi alle porte.

Il mese di settembre, infatti, è un po’ come l’inizio del nuovo anno, dopo le vacanze si ritorna alla routine di sempre, armati di tante buone intenzioni e di nuovi obiettivi, con un forte desiderio di cambiare e rinnovarsi.

I buoni propositi di settembre più gettonati sono senza dubbio: mettersi a dieta e mangiare più sano, svegliarsi prima la mattina e andare a dormire presto la sera, avere più tempo libero da dedicare a se stessi, iscriversi ad un corso (inglese, fotografia, chitarra ecc), instaurare una nuova abitudine positiva, andare in palestra; poi ci sono i cambiamenti più radicali come ad esempio trovare un nuovo lavoro, trasferirsi all’estero, avviare un’attività in proprio o cambiare casa.

Grandi o piccoli che siano, tutti questi buoni propositi ci permettono di ritornare alla vita quotidiana e di riprendere le nostre attività con più stimoli, motivazione ed energia. Ogni anno però si ripete puntualmente sempre lo stesso copione: siamo tutti intenzionati a dare una nuova svolta alla nostra vita, pronti a spaccare il mondo e all’inizio ci impegniamo davvero.  L’effetto “carica” però  svanisce dopo pochi giorni (di solito l’impegno più o meno costante dura al massimo 10 giorni) per poi ricominciare a fare le cose di sempre, a rimandare a domani, e poi a dopodomani sempre più frustrati per non essere riusciti, nemmeno quest’anno, a raggiungere gli obiettivi sperati.

I nostri buoni propositi di settembre vanno a finire nel dimenticatoio finchè non arriva dicembre ed ecco così che si pensa subito al nuovo anno e con la stessa carica ed energia ci ripromettiamo: “Anno nuovo, vita nuova, da gennaio si cambia!”.  Se ti rivedi anche tu in questa situazione forse c’è qualcosa che devi cambiare.

Cosa bisogna fare per mantenere i buoni propositi?

  • La primissima cosa da fare, è  la classica lista: di solito cominciamo a stilarla mentalmente già quando siamo ancora in vacanza ma metterla nero su bianco è necessario sia perchè ci permette di riorganizzare meglio i pensieri sia perché in questo modo possiamo averla sempre a portata di mano. Quindi prendete carta e penna e cominciate a scrivere di getto il vostro elenco personale di tutte le cose che volete cambiare.
  • Ora che avete scritto tutte le vostre idee bisogna fare un po’ di “pulizia”. Il motivo per cui molte persone non riescono a tenere fede ai buoni propositi è perché hanno troppe e disordinate idee. E’ normale voler fare mille cose ma alcune è impossibile farle tutte in una volta (e farle tutte bene), quindi per prima cosa è necessario chiedersi cosa si vuole davvero cambiare e soprattutto perché si vuole farlo. Le motivazioni alla base sono importanti perché determinano la riuscita. Riducete, quindi, il vostro elenco a pochi ma reali buoni propositi.
  • Dovreste avere ora un breve elenco di ciò che volete realmente fare in questi prossimi mesi. Mettete le voci che vi sono rimaste in ordine di priorità. Di cosa avete più bisogno ora? Fate una classifica in ordine di importanza e per ogni voce fissate una “data di scadenza” possibilmente non troppo lontana.
  • Elaborate un piano chiaro e preciso che vi permetta di realizzare le vostre intenzioni. Scomponete quindi nei minimi dettagli ogni vostro obiettivo chiedendovi: Come? Dove? Quando? Se per esempio avete deciso di andare in palestra per prima cosa dovete individuare gli orari in cui siete liberi, poi fare una ricerca sulle palestre della vostra città, scegliere quella giusta per voi ed infine procurarvi l’attrezzatura necessaria. E’ importante che questi punti siano in ordine di realizzazione.  
  • E’ arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti. Cominciate quindi a darvi da fare per mettere in atto tutti i punti del piano. Da questo momento entra in gioco la vostra reale motivazione, tutto dipende da quanto riuscite a rispettare ciò che avete scritto. Cominciate, dunque, immediatamente a fare il primo passo, senza indugiare..non cercate una scusa per rimandare a domani perché già sapete che nemmeno domani farete nulla.
  • Non tenete questi buoni propositi per voi ma parlatene con il vostro partner, con i famigliari o con gli amici fidati. In qualche modo le persone che vi stanno intorno possono aiutarvi, infatti a volte basta avere un semplice supporto morale, qualcuno che vi incoraggi e faccia il tifo per voi, per essere stimolati ad andare avanti. Condividete anche i vostri progressi con le persone care e dite loro di riprendervi se per caso non rispettate i programmi fissati. Se potete cercate anche un “alleato”, qualcuno che abbia il vostro stesso obiettivo e perseguitelo insieme.
  • Ogni volta che riuscite a tener fede a ciò che vi siete proposti di fare, cercate di gratificarvi in qualche modo. La soddisfazione per essere riusciti ad ottenere dei traguardi basta già di per sè ed è uno stimolo a continuare, ma se non è sufficiente fatevi anche un piccolo regalo ogni tanto.
  • Se dopo qualche giorno vi state perdendo per strada, riprendete di nuovo la lista (in realtà non dovreste mai lasciarla) e cercate di capire cosa vi sta bloccando e perché non riuscite più ad andare avanti. Siate decisi nel continuare, a meno che non succeda qualcosa che non potete controllare, tutto ciò che farete dipende solo da voi stessi e dalla vostra determinazione. Non fermatevi al primo ostacolo o al primo fallimento. Se anche questa volta vi arrendete, sarà così anche la prossima volta.

Qualsiasi cosa avete deciso di fare, smettete di rimandare e dotatevi di determinazione e pazienza, fidatevi di voi stessi e della vostra capacità di farcela. Se nemmeno questa volta riuscite ad agire e ad ottenere un minimo risultato, il prossimo anno vi ritroverete nella stessa ed identica situazione. Ne vale la pena?

Un commento su “Buoni Propositi: Come Mantenerli?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.