Come Stare più a Contatto con la Natura

Uno stile di vita semplice richiede necessariamente un maggior contatto con la natura. Passare del tempo nella natura, fare delle brevi passeggiate all’aria aperta, coltivare un orto o un giardino, godere delle belle giornate senza il peso delle cose da fare, è il miglior modo per allontanarsi dal caos e dallo stress cittadino.

La natura rappresenta un vero e proprio rifugio per chi vuole avere una vita più semplice perchè dona pace e tranquillità e permette di apprezzare di più la vita nella sua vera essenza. Vita semplice, quindi, vuol dire anche ritornare allo stato naturale, preferire una passeggiata in un bosco allo shopping snervante oppure prendersi cura di un orto, coltivando da soli tutti i prodotti che la terra ci regala, o ancora prediligere un pic-nic all’aria aperta piuttosto che una cena al ristorante.

Come stare più a contatto con la natura?

Chi vive nelle grandi città, potrebbe considerare quasi un’utopia trovare il tempo e lo spazio per stare nella natura; in realtà, se davvero si vuole, non è difficile ritagliarsi dei momenti per immergersi completamente nel mondo naturale.

Suggerimenti:

  • Quando avete un’ora libera, ad esempio, piuttosto che passarla ad oziare su un divano davanti alla tv, oppure in giro per negozi senza una meta precisa andate in un parco, respirate a fondo l’aria pulita, lasciate i pensieri a casa; oppure fate una passeggiata in un bosco senza pensare alle cose da fare al ritorno (sarebbe davvero inutile!);
  • Invece di percorrere sempre le stesse strade di città potreste programmare una passeggiata lungo un fiume o una spiaggia, in un bosco o semplicemente al parco; oppure quando decidete di organizzare un incontro con le amiche/amici, fatelo in aperta campagna piuttosto che in centro, è sicuramente più distensivo e rilassante;
  • Nelle belle giornate di sole, molte attività possono essere fatte all’aria aperta, ad esempio invece di rinchiudervi in palestra andate in un parco o in campagna per fare gli esercizi oppure invece di leggere un libro sul letto o sul divano, leggetelo in un prato, lungo la riva di un fiume o sotto un albero;
  • Organizzate più spesso picnic con gli amici piuttosto che pranzi a casa o nei locali, è più divertente e rilassante, e grazie al potere della natura si crea un clima di maggiore armonia e complicità;
  • Trovate un hobby o uno sport che vi permetta di trascorrere  più tempo in un ambiente naturale come ad esempio il  bird-watching, il golf, dipingere paesaggi, fare trekking, o semplicemente raccogliere sassi o conchiglie;
  • Nei periodi feriali, in alternativa alle mete convenzionali, organizzate una vacanza più tranquilla nella natura, si può scegliere un agriturismo, un eco villaggio, un casolare di campagna, una baita, un campeggio ecc o addirittura grazie al wwoof si può lavorare in una fattoria biologica che vi offre vitto e alloggio gratis in cambio di un aiuto nei lavori di campagna.

Quando vi trovate a stretto contatto con la natura cercate di abbandonarvi alle sensazioni di pace e di armonia che essa vi trasmette; camminate a piedi nudi sulla terra o sull’erba, respirate all’unisono con gli alberi, accarezzateli, abbracciateli, sentite il sole che vi riscalda, toccate la terra, sentitene l’odore e ringraziatela perché senza di essa non potreste camminare. Soffermatevi ad ascoltare la musica della natura, i suoi suoni, il vento, gli uccelli, le foglie, e quando tornate a casa portate queste sensazioni positive con voi. Vi sentirete sicuramente più distesi e rilassati.

Infine…

In tutte le occasioni, comunque, ricordatevi sempre che non siamo padroni della natura, ma siamo suoi ospiti, per cui quando ci troviamo nella sua “casa” comportiamoci sempre con rispetto e devozione.

Tagged on: ,

8 commenti su “Come Stare più a Contatto con la Natura

  1. Lavia

    Come sono d’accordo con te .. Gli ostacoli sono la mancanza di tempo e a volte quella sottile depressione che colpisce forse più le donne che gli uomini.. A volte collegata pure agli ormoni pazzi!.. In questi casi occorrono delle amiche che si prendano cura di te.. invece di affossarti ancora di più con altre nevrosi :-)) E’ un mondo difficile!! Credo che il tuo articolo possa essere utile lo posto in pagina facebook (credo sai quale) . ciao Claudia.

    1. ida Post author

      Depressione? Ormoni pazzi? Amiche nevrotiche? Claudia ma sei in una condizione “perfetta” per fare una bella passeggiata nei boschi o immersa nella natura! Vedrai che ti sentirai meglio! Comunque, scusami se te lo dico, ma le amiche che ti scaricano i propri problemi non sono amiche…prendi la natura ad esempio..l’hai mai sentita lamentarsi o trasmetterti sensazioni negative? Solo le persone sono capaci di fare questo…!
      Grazie sempre di tutto, buonissima giornata :)
      Dimenticavo: Il mondo non è difficile dai, siamo noi che a volte lo rendiamo (e lo vediamo) invivibile!

  2. riccarda

    Ho letto con molto piacere il tuo post che descrive molto bene il tuo desiderio di stare a contatto il più possibile con la natura e l’amore che per lei hai.
    20 anni fa, mi sembra ieri, non potendone più di una vita alienante in città ho preso del terreno agricolo e ho cominciato a coltivare in modo biologico a poco a poco è sorta l’azienda agricola con annesso frutteto e grande orto.
    Desiderando condividere le mie conoscenze e per dimostrare che se una persona è determinata può sfuggire ad una vita triste e alienante ho aperto il mio blog dove spiego come coltivare e frutta e ortaggi rari buttaci l’occhio
    http://www.ortopertutti.com

    1. ida Post author

      Grazie carissima Riccarda, soprattutto per aver condiviso qui la tua testimonianza positiva! Ti stimo molto per la scelta che hai fatto, per me è un sogno ancora da realizzare, ma ce la farò. Ho dato un’occhiata al tuo blog, i tuoi consigli mi saranno davvero molto utili! Un saluto, Ida.

  3. Gianluca

    Ciao Ida,
    hai pienamente ragione, siamo immersi nella quotidianità della vita e ci dimentichiamo quanto sia in realtà bella la natura!
    Attraverso di esso possiamo trovare la nostra “essenza” e pulire il cervello da tutta la sporcizia che accumuliamo durante le ore del giorno.
    Permettimi anche di aggiungere che, chi riesce a “vivere la natura” in modo pieno e costante, non fa molta fatica a sentirsi bene e soddisfatto di se stesso.
    E’ come se ci fosse un ritorno alle origini… dalla natura alla natura.. non trovi?

    In ogni caso, ti faccio i miei complimenti per l’articolo.

    Ti saluto.

    Gianluca

    1. ida Post author

      Ciao Gianluca e benvenuto!
      Come giustamente affermi, bisogna “vivere la natura” che è ben diverso dall’avere solo un semplice contatto. Sentirsi completamente connessi ed in sintonia con l’ambiente naturale che ci circonda è la sensazione più bella e piacevole che una persona possa provare. E’ proprio così: un ritorno alle origini per ritrovare sè stessi, per ritrovare quel punto da cui tutti siamo partiti….sarebbe un pò come ritornare a casa dopo un lungo ed estenuante viaggio.
      Buon proseguimento, Ida

  4. Armando De Giovanni

    ….e per completare il tutto, praticate nei luoghi in cui è consentito e quando il clima lo consente, il nudismo : è perfettamente inutile magnificare a parole questa sana pratica , basta provare e poi mi direte !

  5. Jolanda

    Ciao tutti, tanti anni fa siamo commincato vivere dentro la natura! Questo e molto di piu poi trovare da noi, Benvenuto alla Bianchina

    Puoi svegliarti alla mattina con il richiamo del cuculo, osservare la ghiandaia che usa tutta la sua ingegnosità per rubare i frutti dagli alberi, o ascoltare la bella voce del’usignolo, che non canta soltanto di notte! Le rondini passano in volo planare, quindi stai a guardare la loro abilità di volo. In alto nel cielo volano uccelli rapaci in cerca di prede.

    Ecco l’upupa con il ciuffo e suoi bellissimi colori; ci sono le cicale e grilli e l’allegro cinguettio degli uccelli.

    Nel paesaggio di fronte a casa nostra vediamo regolarmente gruppi di cinghiali che scavano per terra, talvolta si sente il richiamo di un cervo o l’ululare delle volpi. Fagiani che mettono alla prova il tuo cuore, quando volano via, inaspettatamente, davanti ai tuoi piedi, schiamazzando ad alta voce.

    I cani fanno la guardia e chiedono in cambio una carezza, mentre i gatti mantengono la casa senza topi.

    Molti gli odori che vengono incontro, come il caprifoglio, il gelsomino, la lavanda, il timo e la ginestra. I girasoli danno il loro sorriso, i papaveri i loro colori rossi.

    Si vedono insetti in numerose e inimmaginabili forme sembra che vengono dalla preistoria. Di notte, a giugno ci sono le lucciole baluginano sotto la luna e un cielo di stelle.

    E quindi c’è molto di più. Anzi non è mai abbastanza…

    Nel 2011 la Bianchina ha aperte le sue porte. L’idea alla base è quello di mantenere questo pezzo di natura incontaminata e in cambio diamo un posto speciale per ritirarsi dalla vita frenetica(convulso) e ascoltare se stessi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.