Esercizi di Respirazione Profonda per Rilassarsi

Avete mai prestato attenzione al vostro respiro? Con molte probabilità esso è poco profondo, abbastanza rapido ed irregolare; la maggior parte di noi, infatti, è abituata alla “respirazione superficiale” ed utilizza solo il 20% delle sue capacità polmonari.

Questo tipo di respiro “limitato” è uno degli effetti dannosi dello stress e delle tensioni che, purtroppo, sono diventate parte integrante dello stile di vita moderno; infatti quando siamo stressati e tesi, tendiamo a respirare meno profondamente impedendo al nostro corpo di essere completamente ossigenato.

L’abitudine di respirare male è dannosa per la nostra salute perchè porta uno squilibrio di ossigeno e di anidride carbonica all’interno dell’organismo e questo è uno dei motivi per cui è importante imparare a respirare correttamente.

Cosa Succede se non Respiriamo Bene?

La respirazione serve principalmente a due cose: aiuta a trasportare l’ossigeno alle varie parti del corpo (ogni cellula ne ha bisogno) e aiuta l’eliminazione dei prodotti di scarto dall’organismo.

Il respiro superficiale non riesce a portare sufficiente ossigeno in tutto il corpo e se questo non è ossigenato adeguatamente inizia a perdere la sua vitalità provocando un abbassamento dell’energia complessiva. Quando il respiro è superficiale, il sangue non è in grado di fornire la giusta quantità di ossigeno e di sostanze nutritive alle cellule, il risultato è la mancanza di energia, pigrizia mentale, mancanza di concentrazione, vertigini e stanchezza.

La respirazione superficiale, inoltre, indebolisce il sistema immunitario per cui si diventa più vulnerabili e inclini a malattie come il raffreddore e a problemi cardiocircolatori. La respirazione superficiale può portare anche disturbi del sonno, disturbi e bruciori allo stomaco, depressione e  ansia.

Inoltre, attraverso il respiro il nostro corpo rilascia il 70% delle tossine, per cui una respirazione non adeguata fa si che queste scorie anziché essere eliminate si accumulano all’interno dell’organismo  danneggiando le nostre funzioni vitali e causando dolori diffusi.

Per evitare problemi seri alla nostra salute fisica e mentale dobbiamo imparare a rilassarci e respirare in modo corretto cominciando a praticare la tecnica di rilassamento basata sulla respirazione profonda.

Questa pratica è molto semplice ed è alla base di molte tecniche di rilassamento come la meditazione e lo yoga; è facile da imparare e può essere messa in atto quasi ovunque. Tutto ciò che occorre sono pochi minuti al giorno e un posto tranquillo per rilassarsi (l’ideale sarebbe praticarla all’aria aperta).

I Benefici della Respirazione Profonda

Respirare profondamente rilassa la mente e  tutti i muscoli del corpo diffondendo una sensazione di pace e di benessere. La respirazione profonda o diaframmatica è utile per combattere lo stress e tutte le tensioni che si accumulano a livello muscolare e che si ripercuoto anche sul nostro benessere psico-fisico provocando insonnia, tachicardia, palpitazioni, mal di testa e dolori allo stomaco.

Respirare in modo profondo e completo fornisce all’organismo l’energia necessaria per affrontare un’attività sportiva o una giornata lavorativa particolarmente tesa; il rilassamento che ne deriva aiuta a controllare le emozioni e a liberarsi dai blocchi emozionali, migliora l’umore ed è utile per tenere a bada sentimenti negativi come ansia, rabbia, paura.

La respirazione diaframmatica rilascia nel sistema degli ormoni tra cui le endorfine, ovvero sostanze analgesiche naturali prodotte dal cervello che aiutano ad alleviare i dolori e le tensioni (per questo è una tecnica utilizzata dalle donne durante il parto); inoltre respirare profondamente riduce l’insonnia e rilassa i muscoli tesi che causano dolori al collo, alla schiena e allo stomaco.

Questo tipo di respirazione coinvolge il diaframma che abbassandosi e alzandosi massaggia e tonifica gli organi interni (stomaco, polmoni e fegato) migliorando anche la digestione e contemporaneamente  tonifica i muscoli  addominali.

Respirare profondamente riduce la pressione sanguigna in modo naturale (quindi è molto utile per chi soffre di pressione alta) e rallenta il battito cardiaco che è particolarmente accelerato quando siamo agitati, stressati o in ansia.

Come Praticare la Respirazione Profonda

Gli esercizi di respirazione profonda si articolano in tre fasi : Inspirazione – Trattenimento – Espirazione.

Se si sceglie di praticarli da seduti è necessario assumere una posizione comoda con la schiena dritta (è importante non inarcare la schiena per non esercitare pressione sui polmoni) e le spalle rilassate. Si comincia mettendo una mano sul petto e l’altra sullo stomaco.

  • Inspirazione. Cominciate lentamente ad inspirare l’aria attraverso il naso. La mano sul petto non deve muoversi (o comunque muoversi pochissimo) mentre quella sullo stomaco deve  alzarsi. Immaginate di riempire il vostro corpo con l’aria dal basso verso l’alto, prima lo stomaco, poi la parte inferiore dei polmoni e gradualmente  quella superiore ed infine il torace. Mentre inspirate contate mentalmente fino a 6.
  • Trattenimento. Trattenete il respiro per qualche secondo. Il tempo dipende dal vostro livello di allenamento. Potete cominciare con 2/3 secondi, l’importante è non sforzarsi;
  • Espirazione. Lentamente espirate l’aria fuori dalla bocca, andando in ordine inverso:prima svuotate il petto, poi i polmoni  ed  infine, lo stomaco spingendo fuori l’aria il più possibile, contraendo anche i muscoli addominali. La mano sulla pancia si abbassa mentre espirate, la mano sul petto non deve muoversi. Mentre espirate contante fino a 8.

Ripetete questi esercizi di rilassamento per 10 volte di seguito e per 3 volte al giorno; se avete difficoltà a respirare da seduti,  provate a  sdraiarvi sul pavimento mettendo un libro sulla pancia cercando di respirare in modo tale che il libro si alzi durante l’inspirazione e si abbassi nella fase dell’espirazione.

Durante la pratica potete concentrarvi sul respiro immaginando l’aria pulita che entra nel vostro corpo e si diffonde in tutte le sue parti e l’aria “sporca” che abbandona il vostro organismo durante l’espirazione; oppure potete focalizzarvi su delle immagini positive e rilassanti, che vi danno un senso di pace e di serenità.

Dopo aver acquisito familiarità con gli esercizi, fate diventare la respirazione profonda una sana abitudine quotidiana.

Oltre alla respirazione profonda, potete provare anche un’altra serie di esercizi di respirazione molto efficaci per rilassarsi e gestire gli stati di ansia e stress, li trovate qui: 3 Esercizi di Respirazione per Rilassarsi in Pochi Minuti.

Risorse utili per approfondire l’argomento:

Il libro del respiro

Il respiro che guarisce

Respirare bene

Respirazione naturale

Tagged on: ,

5 commenti su “Esercizi di Respirazione Profonda per Rilassarsi

  1. luciano crescenzi

    Il sito è molto ben fatto, utile e ricco di notizie mediche oltre che di consigli pratici per combattere tante malattie. Saluti cordiali.

  2. Nicole

    Devo cominciare a farlo quotidianamente e costantemente, far diventare la respirazione da affannosa e ansiosa a rilassata, ne migliorerà il mio stato d’animo e la mia vita quotidiana.

  3. Anonimo

    grazie per questa tecchinica di respirazione profonda,
    e ricca di consigli pratici per i ragazzi de’lloratorio,
    prima di inizare i giochi.

  4. mauro

    Questa tecnica la conoscevo già da decenni,ossia da quando ho iniziato ad interessarmi di radiestesia,alla quale la base di tutto è il respiro.In radioestesia è facilissimo entrare in onde alfa.Il difficile è mantenersi in tale stato.E’ sostanzialmente un equilibrio precario.Puoi cadere nel sonno,come sbilanciarti nella realtà costituita dalle onde beta,ossia nello stato vigile attivo che porta all’errore..Più il vuoto mentale è spinto più il radioestesista è affidabile.Vedere,le recensioni ed il sito di Armanetti.In tanti miei allenamenti uno difficilissimo consiste nell’indovinare il colore della carta.Su un mazzo di 54 carte,tolto i due jolly,sono attorno all’ 88%,in pratica ne sbaglio solamente 12,nell’indovinare in quale mazzo si trovi il jolly sono al 100%,su 4 mazzi al 100%,su 53 carte singole stese sul tavolo sono,le prime volte(3,)al 100%,,questo in qualunque modo vengano mescolate le carte ed indipendentemente da chi le mescoli.Un altro allenamento ancora più difficile e pazzesco consiste nell’indovinare il colore della carta stessa,il seme,ed il suo valore,cioè se è un due,o se un otto,o se un asso oppure un re.La differenza nei due diversi allenamenti è che nel primo hai il testimone(il jolly)in mano,nel secondo caso non hai nulla e devi VISUALIZZARE.Qui non c’entra nulla la chiaroveggenza,la telepatia o altro.A mio avviso,visualizzando su un qualcosa di cui non sai nulla e du cui non hai in mano nulla e sei SOLO davanti ad un mazzo di carte,parlerei piuttosto di visione remota.Sistema adottato,studiato ed attuato,dicono loro,fino alla fine degli anni 70 dalla CIA.In questo esercizio arrivo a malapena a 20 carte indovinate su 52.Pochissime,in quanto l margine di errore è elevatissimo.Come ci arrivo?Conservando la respirazione diaframmatica per tutto il tempo e ponendomi in onde alfa.
    Saluti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.