Il Primo Passo per Cominciare una Vita Semplice

Una volta che si è deciso con convinzione e consapevolezza di condurre una vita più semplice bisogna capire anche come fare.

Molti cercano disperatamente di cambiare la propria vita ma non sanno da che parte iniziare; alcuni hanno cominciato a modificare le proprie abitudini con grande entusiasmo, ma dopo un mese o due scoprono di essere ricaduti nella loro vecchia routine.

Questo succede perché in realtà condurre una vita più semplice all’inizio non è affatto “semplice”, infatti cambiare radicalmente stile di vita non è una cosa che accade da un giorno all’altro; certo le ricompense di una vita più semplice sono tante, ma arrivarci richiede una grande motivazione e autodisciplina … e anche molto lavoro iniziale.

Vita semplice: il primo passo da fare

Il primo e fondamentale passo per poter vivere una vita semplice è quello di lavorare di meno, (vedi Downshifting: vivo piano vivo bene) rivedendo contemporaneamente i propri guadagni e le proprie spese in modo da risparmiare tempo prezioso per sé stessi e per altre attività.

Ci sono molti lavori che posso essere fatti part-time o alcune occupazioni che possono essere svolte anche da casa; oppure si può provare a trasformare un hobby in una vera e propria professione. Non esiste comunque una soluzione che si adatti ad ogni circostanza, perché la situazione e le esigenze di ognuno sono diverse. Cerchiamo quindi di trovare quella più adatta a noi.

Tutti sanno quanto guadagnano, nessuno sa quanto spende

Prima di fare qualsiasi cambiamento sul lavoro è necessario capire come stiamo spendendo in nostri soldi nel presente.

Quasi tutti sanno, infatti, quanto denaro guadagnano, ma la maggior parte di noi non sa dove realmente questo denaro va a finire. Chi vuole avviarsi d una vita semplice deve sapere esattamente quali sono le sue spese attuali per poi effettuare una serie di tagli sugli acquisti inutili; per fare questo occorre quindi assumere il controllo delle proprie finanze e monitorare tutte le spese quotidiane.

E’ consigliabile quindi iniziare a far proprie le basi per la redazione del bilancio familiare.

Come tener d’occhio le proprie uscite

Ecco alcuni consigli per tenere d’occhio le uscite:

  • Fare una lista di tutte le entrate e le uscite per un intero mese; possiamo annotare tutto su un foglio di carta o utilizzare qualche software di contabilità familiare (anche un foglio di calcolo tipo Excel va benissimo, è possibile scaricarne uno gratuito già predisposto cliccando qui);
  • Conservare le ricevute di ogni acquisto. Non fare affidamento sulla memoria perché qualche piccola spesa potrebbe sempre sfuggire al controllo!
  • Registrare le spese alla fine di ogni giornata. Portiamo sempre dietro (in borsa o in macchina) una cartellina dove conservare le ricevute del giorno così quando saremo a casa sarà più semplice registrare tutti gli importi;
  • Tenere traccia di tutte le spese, anche delle più piccole (un caffè, una penna, un pacco di caramelle ecc);
  • Non dimenticare di registrare tutte le bollette (luce, acqua, gas..), anche quelle che vengono automaticamente addebitate sul proprio conto corrente.

A fine mese facciamo un resoconto e soffermiamoci soprattutto su ciò che abbiamo acquistato per renderci conto di come abbiamo speso i nostri soldi.Così facendo potremo analizzare e riflettere con attenzione su quali voci sarà possibile intervenire senza compromettere il nostro benessere.Questo semplice iter è fondamentale per avere un quadro chiaro e preciso di tutte le nostre spese.

Il processo per avviarci verso una vita semplice, infatti, comincia proprio dalla consapevolezza del nostro attuale tenore di vita.

Per approfondire l’argomento puoi leggere queste risorse molto utili:

L’Arte della Semplicità

Vivere Semplice

Vivi Semplice, Vivi Meglio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.