Mangiare Sano: 6 Documentari sul Cibo che Cambieranno la Tua Vita

Viviamo in un mondo in cui la limonata è fatta con aromi artificiali mentre i detersivi con limoni veri!
– Alfred E. Newman –

E’ passato già qualche anno da quando ho cominciato ad informarmi sul cibo per mangiare sano e cambiare totalmente le mie abitudini alimentari. La visione di questi documentari sul cibo mi ha ulteriormente aperto gli occhi su tante cose che prima non conoscevo, facendomi vedere il cibo e l’alimentazione in generale, da una prospettiva diversa.

In questo articolo ti presento alcuni documentari sul cibo che potrebbero cambiare la tua vita (dopo la visione capirai da solo il perché!) e il tuo rapporto con il cibo.

Se è la prima volta che ti trovi a guardare un documentario sull’alimentazione, ti consiglio di preparati bene prima di cominciare a guardare uno di questi film perché ciò che vedrai e ascolterai potrebbe mettere un po’ in crisi alcune convinzioni sul cibo e su ciò che da sempre hai sentito riguardo agli alimenti che porti in tavola ogni giorno. Usa come preferisci le informazioni che trovi in questi documentari, magari potresti diventare vegetariano oppure no. Non importa, ciò che conta è avere la consapevolezza che esiste una realtà diversa da quella che siamo “abituati” a vedere.

Tutti i video sono presenti in rete, alcuni in italiano, altri con sottotitoli, ti basta fare una piccola ricerca per trovarli…buona visione!

Mangiare sano: 6 documentari da vedere!

 

1. Cibo Spa (Food Inc.)

documentario-cibo-spa

Mentre intorno a noi le persone muoiono per malattie cardiache, cancro e ictus cerebrale, e gli animali vengono usati in innumerevoli esperimenti nel tentativo di trovare le cure a questi mali, la risposta è lì nei nostri piatti, ad ogni pasto.
– Jean Pink –

Questo documentario sul cibo, denuncia i grandi produttori dell’industria alimentare che, volontariamente, nascondono ai consumatori informazioni importanti sugli ingredienti, sul processo di produzione e sull’origine reale degli alimenti che acquistano e consumano ogni giorno.

Per fare questo, il regista ha seguito personalmente tutto il processo di produzione e distribuzione, partendo dagli allevamenti degli animali e dalle industrie agricole. Il film dimostra come le grandi multinazionali americane che operano nel settore alimentare, per accrescere i loro profitti, trascurano aspetti fondamentali come l’igiene e le condizioni lavorative dei propri dipendenti, che passano troppo spesso in secondo piano.

Inoltre, viene denunciato lo sfruttamento intensivo dei terreni e l’allevamento degli animali, soprattutto dei polli, che, oltre a stare ammassati senza possibilità di muoversi, in pochi giorni raggiungono dimensioni fuori dal normale tanto da portarli a non reggersi più sulle loro zampe. A causa del forte stress questi animali non solo si feriscono a vicenda, ma arrivano persino a spennarsi da soli e a provocarsi ferite gravi ed è proprio per questo che il becco viene rimosso in maniera atroce.

Lo scopo del film è quello di mostrare ai consumatori come le grandi multinazionali che operano nel campo dell’alimentazione, per produrre di più e spendere di meno, offrono prodotti di scarsa qualità e dannosi sulla salute, che prevedono lo sfruttamento intensivo sia di animali che di terreni. Ovviamente si tratta di barbarie e meccanismi che non vengono riportati sulle etichette.

2. Super Size Me

documentario-super-size-me

Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.
– La Rochefoucauld –

Chi ama i fast food non può perdersi questo documentario. Si tratta in realtà di un esperimento condotto dal regista che per un mese si alimenta tre volte al giorno (colazione, pranzo e cena) esclusivamente mangiando nella catena di fast food più conosciuta al mondo.

Il protagonista “cavia umana” di Super Size Me è seguito da un cardiologo, un gastroenterologo e un medico generico che documentano giornalmente le sue condizioni di salute sia fisica che psicologica. L’esperimento dimostra la dannosità per la salute del cibo “veloce” come hamburger e patatine fritte, accompagnato da bevande gassate e zuccherate.

Dopo solo pochi giorni, il protagonista diventa letteralmente dipendente dal cibo spazzatura, comincia a soffrire di depressione, di tachicardia e problemi al fegato e in un mese il suo peso aumenta di ben 11 chili.

L’esperimento è sicuramente esagerato, ma i danni provocati da questo tipo di alimentazione, se protratta nel tempo, sono reali e scientificamente dimostrati.

3. Un equilibrio delicato

documentario- un-equilibrio-delicato

Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo

– Ippocrate-

Uno dei documentari sul cibo più conosciuti e visti in rete. Attraverso le interviste a medici ed esperti nel campo della nutrizione delle maggiori università mondiali, si scopre il ruolo fondamentale dell’alimentazione per la cura di malattie gravi e i danni che le cattive abitudini alimentari possono provocare sulla salute.

In “Un equilibrio delicato” viene anche dimostrata la dannosità degli alimenti di origine animale e delle sostanze chimiche presenti al loro interno, che inconsapevolmente si ingeriscono ogni volta che si portano in tavola questi cibi. I medici spiegano anche come le proteine e i grassi animali possono provocare l’insorgere di patologie cardiovascolari come ictus, infarti e arteriosclerosi, tutti problemi che si potrebbero, invece, prevenire con un’alimentazione sana a base di alimenti vegetali.

Si affronta anche il tema del latte e dei latticini e del falso mito che bere latte fa bene alle ossa perché ricco di calcio, anzi si dimostra come il consumo eccessivo di latte provochi, al contrario di come si pensi, l’insorgere dell’osteoporosi.

4. Food Matters

documentario- food-matters

Un terzo di ciò che mangiamo è sufficiente a farci vivere; gli altri due terzi servono a far vivere i medici.
– Dr Paul –

Questo documentario dimostra come attraverso un’alimentazione sana e adeguata si possono prevenire e guarire malattie importanti come il cancro, la depressione, il diabete e le malattie cardiache, molto spesso senza ricorrere ai farmaci o facendo riferimento a cure alternative.

Food Matters mette anche in evidenza come le case farmaceutiche si arricchiscono creando prodotti che curano i sintomi ma non la radice della malattia. In questo modo i pazienti si trovano in una sorta di “agonia” senza regredire eccessivamente ma neanche senza guarire del tutto, così da diventare dipendenti dai farmaci e non poterne più farne a meno.

Nel film vengono anche intervistati esperti nutrizionisti e naturopati che dimostrano come con un’alimentazione non corretta danneggiamo il nostro equilibrio sia fisico che mentale rendendo più difficile qualsiasi cura, anche la più banale.

5. Meat the truth

documentario- meat-the-truth

Quando l’ultima fiamma sarà spenta, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce catturato, allora capirete che non si può mangiare denaro.
– Toro Seduto –

Un documentario che mostra quali sono i danni sull’ambiente causati dall’allevamento intensivo di animali destinati alla macellazione. Nel film, alcuni scienziati di fama mondiale spiegano come le emissioni di gas generate dall’allevamento siano le maggiori responsabili dei cambiamenti climatici, molto più che delle auto, degli aerei, dei camion e dei treni messi insieme.

Nel film è spiegato come mangiare sano e seguire un’alimentazione corretta, a base di alimenti di origine vegetale, sia indispensabile non solo per la salute ma anche perché è una scelta volta a preservare e a tutelare l’ambiente, affinché l’impatto ambientale generato dalla produzione di carne, diminuisca in modo drastico.

In Meat the truth sono presentate anche statistiche ed esempi molto concreti che mostrano perché mangiare carne inquina l’ambiente: per esempio l’impatto ambientale (in termini di produzione di gas) di una mucca da allevamento, in un giorno, è maggiore di quello di un fuoristrada. Ma non solo. Si parla anche dei cereali che vengono dati come mangime agli animali da allevamento. Per produrre un solo Kg di carne occorrono circa 7 kg di cereali, che invece potrebbero essere impiegati per sfamare i paesi dove il tasso di malnutrizione è più alto.

6. Forks over knives

documentario -forks-over-knife

Una buona dieta è l’arma più potente che abbiamo contro la malattia

– Dr. Colin Campbell –

Per finire, ecco un documentario sull’alimentazione vegana, basato sugli studi del Dr. Esselstyn e del dott. Colin Campbell, conosciuto per aver condotto The China Study, lo studio sull’alimentazione più completo fatto fino ad oggi.

In Forks over knives (in italiano il titolo è suppergiù: più forchette che coltelli) si denunciano gli alimenti di origine animale come causa delle malattie degenerative e si ribatte come, con una dieta sana a base di alimenti vegetali, si possono prevenire e combattere molte patologie come il diabete di tipo 2, le malattie cardiache e alcuni tipi di tumori.

Le conclusioni sono state fornite dagli studi scientifici dei due medici che per anni hanno condotto delle personali ricerche sugli effetti dell’alimentazione sulla salute ed in particolare sul consumo eccessivo di carne, pesce e anche latticini.
Entrambi sono giunti alla conclusione che mangiare sano, ovvero solo cibo vegetale, con l’esclusione anche di latte e derivati, è sicuramente la scelta migliore e più giusta per preservare la salute, prevenire le malattie e allo stesso tempo vivere in armonia con se stessi e con il mondo.

Questi documentari sul cibo possono essere davvero utili a chi vuole mettere in discussione le “verità” che fino ad oggi ha sentito sul cibo e a chi sente di poter intraprendere un nuovo cammino, magari cominciando ad eliminare i prodotti animali e sostituire il latte tradizionale con quello vegetale.

Ovviamente, la scelta di mangiare sano e seguire o meno un’alimentazione corretta, basata solo sul cibo vegetale, è strettamente individuale e riguarda un percorso personale che deve cominciare innanzitutto dalla consapevolezza che c’è sempre un’alternativa a tutto e che, anche attraverso ciò che mangiamo, dimostriamo il rispetto e l’amore per noi stessi e per tutti gli essere viventi che ci circondano.

8 commenti su “Mangiare Sano: 6 Documentari sul Cibo che Cambieranno la Tua Vita

  1. Aurel

    Ciao!

    Conoscevo già buona parte di questi documentari e, come è successo a te, anche a me hanno cambiato il mio modo di vedere e valutare il cibo che ogni giorno porto in tavola. E’ bello sapere che ci sono persone come te che condividono questi articoli e fanno informazione di questo tipo. Direi che l’argomento del cibo è il più importante perché il modo nel quale mangiamo segna inevitabilmente ciò che siamo e diventiamo nel tempo. E’ di fondamentale importanza mangiare sano e questi documentari possono davvero aiutarci ad aprire gli occhi!

    Grazie mille Ida,
    Aurel Palmaccio

    1. Ida Post author

      Ciao Aurel,
      che dire, mi trovi d’accordo su tutto! Se hai qualche altro documentario da suggerire puoi scriverlo qui nei commenti, oltre questi ce ne sono tanti altri davvero molto interessanti ma erano troppi e potevo metterli tutti :) Grazie sempre per i tuoi commenti, un caro saluto,
      Ida

    1. Ida Post author

      Grazie carissimi :) Se avete qualche titolo nuovo da suggerire per ampliare questa raccolta fate pure!
      Un caro saluto, Ida

  2. giorgio

    personalmente seguo con notevole soddisfazione quanto dice il Dott. Mozzi, vi invito a guardare i video su youtube, e quelli di Arturo Villa.Su questi ultimi mi sono convinto dell’importanza di una centrifuga, ho quindi ordinato il pacco per Natale e mi sto divertendo con tutti i frullati di verdura.Se puoi spendere di piu’ c’e’ la ANGEL la macchina della salute ma costa un botto.
    Saluti

    1. Aurel

      L’estrattore di succo vivo è sicuramente la scelta migliore per chi desidera gustare succhi di frutta e verdure freschi e mantenersi in buona salute. Questo macchinario, non utilizzando lame e altissime velocità di centrifuga, mantiene intatte le proprietà nutritive di questi alimenti. La cosiddetta “masticazione lenta” è sicuramente la tecnica più innovativa di questi tempi :)
      Ciao,
      Aurel Palmaccio

      1. Ida Post author

        Ciao Aurel! Anche io ho un estrattore di succo vivo a casa e devo dire che anche se l’ho pagato un po’, fa un ottimo lavoro! :) E’ un oggetto che anche io mi sento di consigliare a chi vuole mangiare in modo sano. Grazie per il tuo contributo, i tuo consigli sono sempre preziosi!
        Un abbraccio, Ida

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.