La Melagrana e il Succo di Melagrana: Proprietà e Benefici

Tra i frutti di stagione che ci offre l’autunno, il primo posto in termini di qualità e di benefici sull’intero organismo se lo merita sicuramente la melagrana. Questo frutto non può, infatti, mancare sulle tavole di chi ha scelto di alimentarsi in modo sano e preservare al meglio la propria salute ed il proprio benessere fisico in generale.

La melagrana, che è il frutto dell’albero di melograno, è stata fin dall’antichità considerata il simbolo della longevità e dell’abbondanza, le sue proprietà terapeutiche erano conosciute già dai tempi di Ippocrate (il padre della medicina) ma solo da pochi anni anche la medicina moderna, dopo una serie di studi dettagliati, ha riconosciuto gli effetti benefici e le proprietà terapeutiche della melagrana sulla salute dell’uomo.

Attualmente la melagrana è un frutto che non viene consumato molto,  un po’ perché ci si lascia scoraggiare dal fatto che richiede un piccolo sforzo per essere aperto e sgranocchiato  (la pigrizia è una brutta cosa!) e un po’ perché non tutti conoscono l’azione benefica (dimostrata scientificamente)  che il consumo di melagrana apporta al nostro organismo. Allora vediamo insieme quali sono le proprietà terapeutiche della melagrana e del succo di melagrana.

Cosa contiene la melagrana

La caratteristica principale della melagrana è l’elevato contenuto di flavonoidi che lo rendono uno dei frutti più ricchi di antiossidanti che si trovano in natura. I flavonoidi, infatti, sono sostanze altamente antiossidanti che contrastano i radicali liberi (responsabili non solo dell’invecchiamento ma anche di diverse malattie tra le quali i tumori), ritardano l’invecchiamento cellulare e svolgono una funzione protettiva sul cuore e sulle arterie.

Le melagrane sono anche ricche di sali minerali, in particolare di potassio (al primo posto), di fosforo, sodio e ferro, di vitamina C e vitamine  del gruppo B ed A (in presenza minore), di fibre, zuccheri e ovviamente di acqua che rappresenta l’elemento principale.

Avendo un basso contenuto calorico, circa 63 calorie per 100 grammi di parte edibile, ed essendo ricco di acqua, la melagrana è un frutto molto consigliato nei soggetti che soffrono di diabete o che seguono una dieta dimagrante, sempre a patto che non se ne consumino dosi eccessive.

Il succo di melagrana

Il succo di melagrana si ottiene dai semi schiacciati. Questo succo è un vero e proprio concentrato di antiossidanti, infatti alcuni studi hanno dimostrato che il suo elevato contenuto di flavonoidi supera addirittura di tre volte quello del the verde e del vino rosso.

Inoltre, un solo bicchiere di succo di melagrana contiene  circa il 40%  dei nostri bisogni giornalieri di vitamina C e, in aggiunta a questo, è ricco di potassio, vitamina A, E, e acido folico.

I benefici della melagrana e del succo di melagrana

Tutti i benefici della melagrana  e del succo di melagrana e tutte le sue proprietà terapeutiche sono stati riconosciuti dalla medicina moderna a seguito di diverse ricerche ed esperimenti scientifici  che hanno dimostrato come questo frutto sia davvero un toccasana per la cura e la prevenzione di diverse patologie.

Funzione anticancerogena:

Grazie all’elevato contenuto di acido ellagico, combinato con l’azione degli antiossidanti, il succo di melagrana aiuta a prevenire e a contrastare lo sviluppo delle cellule cancerogene in alcuni tipi di tumore come quello alla prostata, al seno ed ai polmoni. Molti studi hanno dimostrato che con l’assunzione regolare di succo di melagrana si può inibire la proliferazione delle cellule cancerogene e rallentarne la progressione in questi tre tipi di tumori. Inoltre, sia i polifenoli che gli antiossidanti, presenti nel succo, contrastano l’azione pericolosa dei raggi ultra violetti e per questo possono prevenire l’insorgere di tumori alla pelle.

Benefici cardiovascolari:

Il succo di melagrana, bevuto regolarmente,  agisce come una sorta di anticoagulante naturale. Infatti la sua assunzione aiuta ad aumentare il flusso del sangue verso cuore e ad abbassare la pressione sanguigna. Non solo, contribuisce anche a diminuire il rischio di malattie cardiovascolari come l’aterosclerosi  perchè proteggere il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche e  riduce l’ispessimento delle arterie, quindi è ottimo anche per prevenire l’ostruzione dei vasi sanguigni e diminuire così il rischio di infarti ed ictus. Il succo di melagrana aiuta anche a ridurre il livello delle LDL (colesterolo “cattivo”) nel sangue e ad aumentare quello delle HDL (colesterolo “buono”).

Artrite:

Il succo di melagrana può migliorare lo stato ossidativo di chi soffre di artrite reumatoide, inoltre le sostanze antiossidanti contenute, rappresentano un  valido aiuto per contrastare l’osteoartrite, in quanto sono in grado di inibire la degenerazione della cartilagine articolare.

Disturbi della menopausa:

Nelle donne, il succo di melagrana grazie al  suo contenuto di sostanze estrogeniche, può aiutare a contrastare alcuni disturbi tipici della menopausa come la ritenzione idrica, la depressione, l’osteoporosi, la fragilità ossea e la perdita di elasticità cutanea.  

Proprietà afrodisiache e disfunzioni erettili:

Anche per gli uomini il succo di melagrana si è dimostrato un utile alleato. Uno studio condotto dai  ricercatori della Queen Margaret University di Edimburgo, su 58 volontari, ha dimostrato i benefici del succo di melagrana, sulla mancanza di desiderio sessuale e sulla disfunzione erettile. Dopo 15 giorni di assunzione regolare, in tutti i pazienti si è registrato un aumento dei livelli di testosterone quasi del 30%, senza alcun aumento della pressione sanguigna.

Il succo di melagrana potrebbe, quindi, diventare in futuro una sorta di viagra naturale che non presenta effetti collaterali soprattutto per chi soffre di pressione alta.

Altre proprietà del succo di melagrana:

La melagrana ed il suo succo svolgono funzioni gastroprotettive in quanto sono in grado di rafforzare la barriera della mucosa gastrica, favorire le funzionalità intestinali e grazie all’azione astringente sono utili anche in caso di diarrea.

Un’altra proprietà attribuita alla melagrana riguarda l’azione antibatterica. In particolare l’estratto di questo frutto si è dimostrato efficace contro l’ Escherichia coli  (E. coli) e contro lo Streptococcus mutans (S. Mutans) uno dei principali responsabili della carie dentale.

Come si consuma il succo di melagrana

La melagrana è ottima se consumata fresca e di stagione, è meglio mangiarla al naturale ma i chicchi possono essere usati anche per condire insalate, aggiunti ai cereali per la colazione o per decorare gelati e dessert.

Il succo di melagrana si trova di solito nei grandi supermercati o in erboristeria ma dato il suo elevato costo è meglio prepararselo in casa con un semplice spremi agrumi, tagliando il frutto in due parti. Se si decide di acquistarlo è bene controllare che sia succo di melagrana puro al 100% senza aggiunta di zuccheri o di altra frutta, al contrario se si vuole prepararlo in casa è bene sapere che i semini che rimangono all’interno dello spremi agrumi non vanno buttati ma mangiati in quanto ricchi di acidi grassi essenziali. Oltre che allo spremi agrumi, si può usare anche uno schiaccia patate, basta sgranare prima i semi e poi schiacciarli.

Per i più pigri, in commercio ci sono anche integratori alimentari o capsule a base di succo di melagrana.

Attenzione: Il succo di melagrana può inibire l’efficacia di alcuni farmaci tra cui quelli antiaritmici, chi sta seguendo una cura farmacologica ed intende cominciare a bere regolarmente succo di melagrana deve prima rivolgersi al proprio medico per evitare iterazioni.