Non Incolpare Nessuno (Poesia)

Scovando tra i miei libri di poesie, mi è saltata all’occhio una pagina a cui anni fa (credo circa 10/11!) avevo messo un segno piegando l’angolo, la poesia in questione è “Non incolpare nessuno” di Pablo Neruda.

Lo stile non è proprio nerudiano, infatti navigando un pò sul Web mi sono resa conto che potrebbe trattarsi di un’attribuzione errata, un pò come è accaduto con “Che cos’è il successo” di Bessie Anderson Stanley (spesso  erroneamente attribuita a R.W. Emerson). 

 

Ad ogni modo, avevo letto questa poesia da adolescente e ricordo che subito mi aveva colpita ma con il tempo, non so perché, l’avevo completamente rimossa.

Qualche giorno fa rileggendola, ho capito il motivo della mia inconscia dimenticanza…in effetti è una poesia scritta con parole semplici ma il messaggio che trasmette non è affatto “leggero”, forse all’epoca non ero ancora pronta per recepirla perché mi rendo conto che parla proprio di quelle responsabilità che io inconsapevolmente cercavo di ignorare e da cui mi tenevo rigorosamente alla larga.

 

Non incolpare nessuno

Non incolpare nessuno, non lamentarti mai di nessuno, di niente, perché in fondo Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso ed il valore di cominciare a correggerti. Il trionfo del vero uomo proviene dalle ceneri dei suoi errori.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte, affrontala con valore e accettala.

In un modo o in un altro è il risultato delle tue azioni e la prova che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento né attribuirlo agli altri.

Accettati adesso o continuerai a giustificarti come un bimbo. Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare e che nessuno é così terribile per cedere.

Non dimenticare che la causa del tuo presente é il tuo passato, come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno. Impara a nascere dal dolore e ad essere piú grande, che è il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio e sarai libero e forte e finirai di essere una marionetta delle circostanze, perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba.

Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.

Quante volte abbiamo detto o sentito la frase: “Che vuoi farci.. è destino…”, ma crediamo davvero che tutto ciò che ci succede nella vita sia già stato deciso e pilotato da qualcun altro all’infuori di noi? Sarebbe troppo facile attribuire la colpa di ciò che ci accade a qualche misteriosa forza sconosciuta che decide per noi quando dobbiamo fallire, quando le nostre azioni avranno successo, quando sarà il nostro giorno fortunato, quando rimarremo in solitudine e una serie di altre situazioni su cui crediamo di non avere nessuna responsabilità.

Ogni cosa che accade, ogni nostro stato d’animo e ogni nostra condizione attuale e futura è determinata soltanto da noi stessi, dalle nostre azioni e dai nostri pensieri. “Tu stesso sei il tuo destino”, quando avremo acquisito la piena consapevolezza di questo, non ci resterà altro da fare che agire, agire, agire senza mai lamentarci ed addossare le colpe agli altri se ci troviamo nella condizione in cui siamo…Quello che siamo oggi è il frutto delle nostre azioni passate e quello che saremo domani sarà il frutto delle nostre azioni di oggi..”Non incolpare nessuno”, non perdere tempo a cercare un capro espiatorio, svegliati, lotta, agisci e decidi tu il corso della tua vita!

Tagged on: ,

10 commenti su “Non Incolpare Nessuno (Poesia)

  1. Valeria aka recenso

    Bella poesia, l’avevo dimenticata anch’io.
    Diciamo che, col senno di poi, sono pervenuta alla conclusione che non proprio tutto ciò che ci accade ce lo siamo creato, tipo le malattie, o gli incidenti, le perdite care. L’imprevedibile si annida sempre tra le pieghe della vita, purtroppo.
    Ma sono anche arrivata alla conclusione che è sempre nostra la decisione su come reagire e affrontare le cose, anche le sventure, lì possiamo decidere se lagnarci o vederle come suggerimenti a cambiare qualcosa.
    Un po’ al destino ci credo, è come dice Steve Jobs: lì per lì non ce ne accorgiamo, ma dopo uniamo i puntini e ci rendiamo conto di dove stavamo andando.
    Ciao :)

  2. Lota

    ciao! mi piace molto questo blog, è pieno di cose belle e utili. Anch’io credo che assumersi le proprie responsabilità sia uno dei passi più importanti per una vita più serena, è difficile ammettere di aver sbagliato ma è un modo per crescere.. grazie e a presto! :)

    1. Ida Post author

      Grazie Laura, condivido pienamente il tuo pensiero..del resto non poteva essere altrimenti visto che abbiamo davvero molte cose in comune! Un affettuoso saluto, Ida

  3. stefania

    Sono contenta di aver trovato questo sito navigando in google, mi trasmette molti pensieri positivi! grazie! un abbraccio, stefania.

  4. Fenny

    NON INCOLPARE NESSUNO NON è DI PABLO NERUDA, L’AUTORE è SCONOSCIUTO

    Non sappiamo le ragioni per cui vengono attribuite queste poesie a Pablo Neruda. Se avete letto i tre testi è evidente che tutti hanno un tono edificante, prescrittivo, si percepisce una parentela con la letteratura di auto-aiuto, non tipica dell’epoca di Neruda. Senza nulla togliere queste poesie, l’opera di Pablo Neruda è lontana da questo genere di poesia in tono, contenuto, linguaggio e per le immagini che crea.
    Darío Oses
    Director Biblioteca
    Fundación Pablo Neruda

    in quale libro l’hai scovata?

    http://www.fundacionneruda.org/it/pablo-neruda/domande-frequenti/104-tres-poemas-falsamente-atribuidos-a-pablo-neruda-.html

    1. Ida Post author

      In effetti anche io avevo dei dubbi soprattutto perchè lo stile della poesia ha davvero poco a che fare con quello nerudiano. La poesia la lessi su un libricino di poesie allegato ad una rivista, probabilmente nemmeno chi le ha raccolte sapeva della reale provenienza. Ciao, Ida.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.