Rilassarsi con il Rito della Tisana

Rilassarsi preparando semplicemente una tisana? Può sembrarti un po’esagerato ma se continui a leggere questo articolo scoprirai che non solo è possibile, ma che se fatto nel modo giusto, il rito della tisana può essere un’esperienza davvero unica e profonda.

Se c’è una cosa a cui non posso rinunciare durante la giornata, soprattutto in inverno, è una bella tisana calda. Oltre al gusto piacevole della tisana amo in particolare il momento della preparazione che per me è diventato un vero e proprio rituale rilassante.

La tisana, infatti, non è soltanto una preparazione da bere, ma rappresenta un momento unico della giornata in cui ci dedichiamo a noi stessi prendendoci cura della nostra mente e del nostro spirito.

Proprio per questo la preparazione di una tisana rappresenta un rito, che se fatto bene e con consapevolezza, dopo una giornata intensa può essere un ottimo modo per rilassarsi e riprendere il contatto con se stessi.

Dunque, se stai cercando una tecnica di rilassamento e di meditazione alternativa, non c’è niente di meglio che dedicare un’ora della giornata alla preparazione e alla degustazione di una bella tisana calda, rilassante e rigenerante.

Come Rilassarsi con il Rito della Tisana

tisana-rilassante

Nel preparare la mia tisana quotidiana, da tempo ho preso spunto dalla cerimonia del tè che in Giappone è una vera e propria filosofia di vita. Questo rituale si svolge seguendo scrupolosamente alcune regole sia per la preparazione che per la successiva degustazione, in modo che diventi un momento unico e altamente rilassante.

Ecco quali sono le “regole” principali che i giapponesi seguono e che aiutano a rilassarsi durante la preparazione dell’infuso:

Silenzio

E’ il fattore più importante per rilassarsi e favorire la meditazione. E’ necessario non avere elementi di disturbo durante l’ora della tisana, niente tv accesa, niente telefonate e niente rumori fastidiosi. La cerimonia del tè, in Giappone, richiede un rigoroso silenzio e durante lo svolgimento né gli ospiti né il padrone di casa possono parlare con nessuno.

Se può aiutarti, prova a mettere una musica di sottofondo non assordante, l’ideale sarebbe una bella musica solo strumentale o che riproduce i suoni della natura.

Mente vuota

Si narra che la cerimonia del tè in Giappone nacque per calmare la mente dei guerrieri prima di partire per una battaglia. Uno degli scopi principali dell’intero rito, infatti, è proprio quello rilassarsi e di liberare la mente da qualsiasi pensiero opprimente.

La preparazione, così come la degustazione della tisana, richiede molta concentrazione, la mente deve focalizzarsi solo su ciò che si sta facendo senza vagare altrove. E’ di fondamentale importanza, dunque, svuotare la mente dalle ansie, liberarsi dalle preoccupazioni e da qualsiasi pensiero che non sia correlato al rito.

Uno spazio tutto tuo

I giapponesi di solito riservano una stanza della casa solo per la cerimonia del tè. Si tratta di una camera quasi del tutto vuota in cui sono presenti solo pochi elementi essenziali. L’essenzialità e la semplicità dell’ambiente, difatti, sono due caratteristiche che aiutano a rilassarsi e a svuotare la mente.

La stanza vuota simboleggia una mente libera ed è per questo che se vuoi rendere l’esperienza della tisana davvero completa, ti consiglio di trovare una spazio tutto tuo in cui puoi davvero abbandonarti a te stesso senza avere troppe cose intorno che possono distrarti.

Creati quindi un piccolo angolo personale dove assaporare con calma la tua tisana. Elimina i fronzoli e gli oggetti inutili e circondati solo dell’essenziale. Per dare un tocco in più al tuo spazio, puoi utilizzare anche una lampada di sale, che grazie alla sua luce leggermente ambrata crea un’atmosfera davvero molto rilassante e tranquilla.

Consapevolezza

Il rito della tisana è una vera e propria esperienza sensoriale, che richiede una forte capacità di concentrazione e di consapevolezza su ciò che accade in noi ed intorno a noi. La consapevolezza si ottiene solo se siamo focalizzati completamente nel momento presente e prestando attenzione a tutti e 5 i sensi. (Nell’articolo Come godersi la vita un po’ di più puoi leggere qualche consiglio su come sviluppare questa capacità).

Mentre prepari la tua tisana, ascolta il suono dell’acqua mentre è in ebollizione e poi quando la versi nella tazza. Senti l’odore degli aromi che si sprigionano durante l’infusione e cerca anche di percepire e distinguere le note profumate dei vari ingredienti. Sorseggia lentamente la tisana per assaporare l’infuso e sentire il gusto di ogni singola erba e fiore.

Lentezza

Cammina, mangia, ascolta in modo rilassato. Rallenta ogni operazione. Non avere fretta: Muoviti come se avessi a disposizione l’eternità – Osho –

Non si può mai essere rilassati quando si fanno le cose di fretta, così anche nel rito della tisana bisogna fare tutto con estrema calma e tranquillità, a cominciare dai movimenti che devono essere lenti ed armoniosi. Prepara dunque con cura la tua tisana senza farti incalzare dall’orologio o da altri impegni. I movimenti devono essere dolci per permettere ai muscoli di distendersi e rilassarsi.

Anche la degustazione deve essere fatta a piccoli sorsi, con calma, senza avere fretta di finire subito per dedicarti ad altro. Ricorda che è un momento tutto tuo e hai il diritto di viverlo fino in fondo, per tutto il tempo necessario.

Attenzione alla respirazione

Durante il rito presta attenzione al modo con cui stai respirando. I respiri devono essere lenti e profondi, in simbiosi ed equilibrio con i tuoi movimenti. Se senti che il respiro è accelerato o affannato vuol dire che stai facendo le cose troppo di fretta o che la tua mente è focalizzata su qualcos’altro.

Fermati un attimo e prova a rilassare i muscoli dell’addome prendendo dei respiri più lunghi e profondi. Prima di dedicarti alla tua tisana puoi praticare per qualche minuto un esercizio di respirazione profonda per rilassarti ancora di più.

Ultimi consigli:

In erboristeria si trovano diversi tipi di tisane, ognuna per ogni evenienza e per tutti i gusti. Puoi farti preparare dall’erborista la tisana più adatta alle tue necessità. Se vuoi rilassarti ancora di più puoi scegliere, ad esempio, alcune erbe rilassanti tra cui la valeriana, il biancospino, la passiflora e la melissa.

Puoi anche sostituire la tisana con un buon tè. In questo caso, uno dei migliori è sicuramente il tè verde, non solo per il suo gusto “deciso” ma anche per le sue innumerevoli proprietà terapeutiche ed i suoi benefici sulla salute.

Quindi da oggi prenditi un giorno tutto per te e includi il rito della tisana tra le cose da fare. Nell’articolo Come organizzare una giornata speciale, trovi alcuni consigli su come dedicare un giorno solo a te stesso per prenderti cura del tuo corpo e del tuo spirito. Buon rilassamento!

Tagged on: ,

5 commenti su “Rilassarsi con il Rito della Tisana

  1. Francesco

    Ciao Ida, questo articolo mi ha fatto rendere conto di quanta poca consapevolezza metto in ciò che faccio giornalmente. Questo rito deve essere veramente bello e proverò a praticarlo perchè da quando seguo I tuoi consigli, la mia vita è cambiata molto. Mi sento meglio e ho più voglia di impegnarmi nei miei progetti e sogni e questo lo devo anche a te. Grazie mille per questo articolo e consiglio per rilassarsi che completa alla grande gli altri articoli dove hai trattato questo tema per me davvero importante. Ti auguro tante cose belle, grazie!

    1. Ida Post author

      Ma grazie a Te caro Francesco! Mi fa davvero piacere ciò che hai scritto, ti auguro di realizzare ogni tuo progetto…non mollare! La consapevolezza è la chiave di tutto, ci sono tante cose che facciamo di fretta senza renderci conto di quanta bellezza ci può essere dietro ogni gesto. Cogliere la parte non visibile, assaporarla attimo per attimo…vivere immersi nell’istante…è una sensazione che non si può spiegare…
      Grazie per le cose bellissime che mi ha scritto,
      un caro saluto, Ida

  2. Aurel

    Ida,
    Le parole rilassamento e tisana si sposano perfettamente. Questo rito, che seguo spesso, mi dona sempre un’energia nuova. Grazie per quest’altro articolo sulle tecniche di rilassamento. Il tuo blog è una miniera d’oro in questo campo. Complimenti!

    Grazie Mille!
    Aurel Palmaccio

    1. Ida Post author

      Ciao Aurel! Grazie a te per i commenti sempre positivi :) Sul rilassamento sto preparando altri articoli che arriveranno presto sul blog, uno di questi parlerà del training autogeno, una tecnica molto efficace che anche tu sicuramente conoscerai.
      A presto, un caro abbraccio Ida

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.