Schema Bilancio Familiare: le Categorie e le Voci Standard

Come visto nell’articolo Le basi per la redazione del bilancio familiare, la prima cosa da fare per poter redigere un bilancio familiare è quella di individuare tutte le voci relative alle proprie entrate e alle proprie uscite ed appuntarsele su un foglio di carta o un foglio di calcolo. 

A questo punto occorre creare delle categorie, ovvero dei raggruppamenti all’interno dei quali inserire tali voci. Per redigere il vostro bilancio familiare potete far riferimento a questo schema standard:

Schema bilancio familiare: le categorie e le voci di entrata 

Categoria (in neretto): voci.

  • Redditi: lavoro dipendente, lavoro autonomo, pensione.
  • Rendite finanziarie: Bot, Obbligazioni, Azioni, ecc.
  • Rendite immobiliari: affitto terreni e/o fabbricati.
  • Incentivazioni da enti pubblici: risparmio energetico, pannelli solari, mobilità sostenibile, ecc.
  • Alienazioni (vendita di materiale usato): auto, libri, elettrodomestici, ecc.
  • Altre Entrate: lavoretti saltuari, rimborso danni, Donazioni, Eredità, ecc.

Schema bilancio familiare: le categorie e le voci di uscita 

Categoria (in neretto): voci

  • Casa: Generi Alimentari, Casalinghi, Affitto, Mutuo, Condominio, Arredamento, Elettrodomestici, ecc.
  • Utenze: Gas, Elettricità, Acqua, Internet e Telefono, ecc.
  • Vestiario: Scarpe, Pantaloni, Maglie, ecc.
  • Trasporto: Abbonamento, Biglietti, ecc.
  • Automobile: Manutenzione, Carburante, Assicurazione, Pneumatici, Parcometro, Abbonamenti a parcheggi, ecc.
  • Salute:  Farmaci, Visite mediche, Ticket, ecc.
  • Istruzione: Libri, Mensa, Affitto Appartamento, Corsi di Formazione, ecc.
  • Hobbies e Tempo Libero: Libri, Ristorante, Palestra, Cinema, Teatro, Concerti, Musei, Vacanze, Riviste, Musica, Corsi Amatoriali, ecc.
  • Tasse ed imposte: Tares, Imu, ecc.
  • Spese bancarie: Spese tenuta conto, Commissioni, ecc.
  • Uscite Varie: tutte le altre spese a cui è difficile dare una precisa collocazione.

Ovviamente potete aggiungere altre categorie con le relative voci in base alla vostra situazione personale; ad esempio se avete dei bambini potete creare una categoria per le spese dedicate solo a loro e lo stesso potete fare se avete animali domestici o comunque altre spese ed entrate specifiche.

Strumenti Utili per Realizzare e Gestire il Tuo Bilancio Familiare

Una volta scelte le Categorie e le Voci da utilizzare all’interno del tuo bilancio familiare, non ti rimane che individuare il modo a te più consono per realizzarlo e gestirlo.

Se preferisci utilizzare i fogli elettronici e ne cerchi qualcuno già predisposto puoi scaricare Bilancio Familiare Lite GRATIS, se invece vuoi usare un vero e proprio software, allora ti consiglio di leggere l’articolo “I migliori software di contabilità domestica gratuiti

Buon Bilancio Familiare!

4 commenti su “Schema Bilancio Familiare: le Categorie e le Voci Standard

  1. Glady

    Ciao,
    io ho degli animali domestici e vorrei inserire le spese per loro nel mio bilancio familiare.
    Potreste farmi qualche esempio semplice da seguire?

  2. Nicola

    Ciao Glady,
    in modo molto semplice potresti creare la Categoria “Animali Domestici”.
    Poi all’interno di questa nuova categoria potresti aggiungere le seguenti voci:
    – Spese Alimentari;
    – Spese Veterinarie (per includere ad es. visite, medicinali, ecc.);
    – Spese Varie (per includere ad es. gabbie, collari, letterie, toilettatura, ecc.);

    Se hai altri dubbi chiedi pure, anche io ho degli animali domestici quindi posso capirti. :)

  3. Bruce

    Ma le “Voci” sono praticamente delle sottocategorie? Utilizzare questa suddivisione è uno standard?

  4. Giacinto

    Proprio quello di cui avevo bisogno! Stavo scegliendo le voci da utilizzare nel mio bilancio familiare, ma ad un certo punto mi ero bloccato!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.