Come Rilassarsi e Gestire lo Stress con i Mandala

Ci sono diverse tecniche di rilassamento che possono aiutarci a gestire lo stress, a migliorare la concentrazione e la produttività, a calmare la mente e a ridurre i livelli di ansia. 

Oltre al rilassamento muscolare progressivo e agli esercizi di respirazione profonda, un modo semplice ed efficace per rilassarsi è praticare la meditazione attiva, un particolare tipo di meditazione che, a differenza di quella tradizionale in cui è necessario stare fermi, utilizza il movimento per raggiungere uno stato di completo abbandono e benessere.

Una forma di meditazione attiva è la colorazione di un mandala, una pratica meditativa molto semplice e alla portata di tutti (compresi i bambini) che consente di focalizzare la nostra attenzione lontano dalle preoccupazioni e dallo stress ed esprimere il nostro potenziale creativo attraverso il movimento ritmico della colorazione.

Non è richiesta alcuna esperienza o talento artistico per colorare un mandala né bisogna considerarlo come un’attività adatta solo ai bambini; in realtà il mandala è uno strumento davvero distensivo e calmante, molto efficace per raggiungere uno stato di rilassamento e meditazione ogni volta che se ne sente il bisogno.

Che cos’è un mandala?

La parola mandala in sanscrito significa letteralmente “ cerchio”. Il cerchio, che rappresenta l’unità, la completezza e la totalità , è un concetto  che esiste da sempre ed è molto ricorrente, si trova in natura ( il sole, la luna, la terra ..) e  in molti simboli religiosi di diverse culture.

I mandala sono disegni circolari composti da diverse figure geometriche che fluiscono e partono da un centro, queste rappresentazioni vengono utilizzate nei riti sacri delle religioni indiane e tibetane per facilitare la meditazione e favorire i processi di guarigione. 

La simbologia dei mandala è molto ricca e complessa e richiede degli approfondimenti a parte, il loro significato in sostanza è quello di mettere in relazione il centro con la periferia e viceversa. Si può dire che il mandala rappresenta una sorta di viaggio in cui si comincia dai bordi esterni per raggiungere il centro, un viaggio dentro se stessi, nella propria interiorità; un viaggio di esplorazione che ci conduce ad una maggiore consapevolezza di sé.

Quando si colora un mandala, il nostro obiettivo è essenzialmente quello di concentrarci sul processo di colorazione ed essere consapevoli di se stessi, di ciò che si sta provando mentre si colora. Questo “stato” porta dei notevoli benefici che tutti possono sperimentare, vediamoli insieme.

I benefici del Mandala

Prima di tutto la pratica di colorare un mandala  o di fare meditazione su un mandala consente alla nostra mente di prendersi una “pausa” dal vortice dei pensieri, dalle preoccupazioni, dall’ansia e dallo stress perché la nostra attenzione è completamente focalizzata sul disegno che abbiamo davanti e l’unico pensiero è quello di riempire gli spazi vuoti con i colori.

Colorare un mandala, inoltre, non solo infonde un senso di pace e rilassamento ma mette in funzione anche la parte creativa del nostro cervello che spesso tendiamo a trascurare nella nostra vita quotidiana. Questa attività, quindi, ci consente di esprimere al meglio la creatività, di “tirarci su il morale” ma anche di far emergere il bambino che è in noi, seppellito spesso dalle ansie e dalle tensioni causate dallo stress quotidiano.

Tra i tanti benefici, il mandala aiuta a:

•    Prevenire e gestire lo stress emotivo
•    Favorire il rilassamento e indurre sensazioni di tranquillità
•    Calmare la mente
•    Ridurre i livelli di ansia
•    Aumentare la consapevolezza di sé,
•    Sviluppare la capacità di concentrazione
•    Migliorare la creatività
•    Facilitare la meditazione 
•    Diminuire le tensioni muscolari
•    Rallentare la respirazione e il battito cardiaco
•    Creare soddisfazione e infondere un senso di piacere e appagamento

La colorazione di un mandala, inoltre, ci permette di entrare rapidamente in uno stato “Alfa”, lo stato dei “sogni ad occhi aperti”, in cui non si ha più la percezione dello spazio e del tempo. Questo stato favorisce l’introspezione, il contatto con sé stessi, il cambiamento di vecchie abitudini e la nascita di idee creative; in Alfa, inoltre, la nostra mente è più predisposta all’apprendimento e alla memorizzazione di concetti nuovi e a trovare l’ispirazione e la motivazione giusta.

Come rilassarsi colorando un mandala

Innanzitutto non esiste un modo giusto o sbagliato per colorare un mandala. Non è necessario seguire delle regole sul colore o sugli abbinamenti, la cosa importante è essere consapevoli che si sta creando qualcosa di unico, un’opera d’arte tutta nostra e che ci rispecchi completamente.

Di solito la colorazione di un mandala richiede circa un’ora (molto dipende dalla complessità del disegno), l’ideale sarebbe prendersi un po’ di tempo per sé la sera prima di andare a dormire o durante il pomeriggio quando si ha la possibilità di restare da soli.

Questi sono i passi da seguire per rendere unica ed efficace l’esperienza della colorazione:

  • Procurati tutto l’occorrente: per prima cosa devi scegliere il mandala che più ti ispira, per cominciare puoi scegliere un disegno più semplice e poi passare a quelli più complessi ed elaborati (in fondo all’articolo trovi dei siti da cui stamparli gratuitamente); scegli il metodo di colorazione che preferisci come pastelli, pennarelli, pastelli a cera, colori ad olio o acquarelli.
  • Trova un luogo tranquillo e confortevole dove sai che nessuno può interromperti e spegni la tv e il cellulare. Puoi scegliere di restare in silenzio o mettere una musica rilassante che ti fa sentire a tuo agio e se preferisci puoi anche accendere degli incensi naturali con profumi delicati.
  • Prima di cominciare a colorare, prenditi qualche minuto per rilassarti. Chiudi gli occhi e fai tre respiri profondi. Se ti aiuta, puoi anche ascoltare una meditazione audio guidata. 
  • Quando ti senti abbastanza rilassato puoi cominciare a colorare il tuo mandala. Lascia che il tuo istinto scelga il primo colore e non preoccuparti di fare gli abbinamenti giusti. Comincia a colorare, dopo il primo colore gli altri seguiranno in maniera naturale. Non c’è bisogno di pensare troppo, la scelta del colore e del punto da cui iniziare non necessita di grandi decisioni, sentiti libero in tutto.
  • Focalizzati sul disegno, se mentre stai colorando ti accorgi che la tua mente sta vagando altrove riportandoti alle preoccupazioni della giornata, sposta subito di nuovo l’attenzione sul disegno, sui colori e sulle forme del tuo mandala. Dedicati completamente a questa esperienza.
  • Quando hai finito di colorare il mandala, concediti qualche minuto per guardarlo, nota i colori che hai usato, le sfumature, le forme geometriche e il tipo di tratteggio. Hai colorato con tratti netti e decisi? Oppure hai usato dei tratti più morbidi ? Scrivi come ti senti, prendi nota dei tuoi pensieri e appunta i tuoi stati d’animo: come ti sentivi prima di cominciare? come ti senti dopo? Dove ti ha portato la mente mentre coloravi?

Come usare il Mandala per Meditare

Scegli un mandala che ti ispira di più, l’ideale sarebbe incorniciarlo e appenderlo in un luogo della casa dove puoi stare tranquillo a guardarlo nei tuoi momenti di pausa e rilassamento. Focalizzati sull’immagine e lascia che la tua mente si rilassi. Quando ti rendi conto che i pensieri cominciano a vagare, riporta l’attenzione sul disegno, al centro del mandala. Resta in questo stato contemplativo per circa 20 minuti.

Lascia che il mandala assorba tutta la tua attenzione, osserva la sua bellezza, lasciati catturare dai colori, nuota nelle sue sfumature, goditi la sensazione di leggerezza che ti trasmette. Può capitare che la mente ogni tanto inizi a pensare alle solite cose banali, alle ansie e alle paure. Non dare spazio a queste emozioni, fissa il centro del mandala e rilassati. Questo stato meditativo ti aiuterà non solo a rilassare tutto il corpo e calmare la mente ma anche ad avere nuove idee ed intuizioni.

Gli effetti del mandala sono davvero sorprendenti. Prendi la buona abitudine di colorare un mandala ogni volta che ti senti teso e stressato. Con il tempo riuscirai a godere di tutti i benefici di questa pratica meditativa.

Alcuni mandala da stampare gratis e colorare li puoi trovare qui

Libri con mandala da colorare:

Mandala per Guarire Mente Emozioni e Anima

Chakra Mandala Simboli. Colorare, essere creativi, meditare

Il Libro dei Mandala. Colora i mandala delle diverse culture e tradizioni del mondo


Mandala da colorare per i bambini

Puoi stampare gratis dei mandala da colorare per i più piccoli qui e qui

Libri con mandala da colorare per bambini

Mandala per bambini

Attività con i Mandala per bambini

Coloriamo i mandala 

Se vuoi saperne di più sui mandala puoi leggere queste risorse:

Conoscere e usare i Mandala

Teoria e pratica del Mandala

 

Curiosità sui Mandala

mandala tibetani

Nella tradizione tibetana, i mandala sono realizzati con la sabbia colorata e fanno parte della cerimonia di iniziazione dei monaci buddisti, un rito che può durare anche diversi giorni. I disegni, molto complessi, sono una rappresentazione della nascita del cosmo e la loro realizzazione richiede molta cura, pazienza e concentrazione in quanto la sabbia viene distribuita lentamente attraverso una “cannuccia” sottile.

Al termine del rituale, il mandala viene distrutto, la sabbia viene spazzata verso il centro e poi raccolta in un’urna. Una parte viene distribuita ai presenti, mentre il resto viene gettato nel fiume più vicino. La rapida distruzione del mandala, dopo ore o giorni di duro lavoro, simboleggia la transitorietà della vita e la fugacità delle cose materiali.

Tagged on: ,

6 commenti su “Come Rilassarsi e Gestire lo Stress con i Mandala

  1. Aurel

    Colorare un mandala è un esperienza bellissima , unica ogni volta che se ne fa uno. Bisognerebbe prendere l’abitudine di colorare un mandala molto spesso e non aspettare di essere stressati e utilizzare questa attività solo come anti-stress. Ci sono centinaia di mandala da colorare facendosi guidare dall’ispirazione del momento. Un momento tutto nostro, con le nostre sensazioni e con la possibilità di lasciarsi guidare dalla creatività che è in ognuno di noi. E’ vero anche che è un’ottima attività da fare insieme ai bambini!
    Grazie di questo splendido articolo Ida!
    Un abbraccio,
    I.A.Palmaccio

    1. Ida Post author

      Ciao Aurel, hai ragione, il mandala è adatto anche ai bambini e rappresenta anche un prezioso momento di condivisione con i genitori. Anche io li faccio spesso, soprattutto alla fine di una giornata particolarmente impegnativa o quando sento che ho bisogno di liberare la mente. Sono davvero utilissimi!
      Grazie del commento, un forte abbraccio,
      Ida

  2. Marina

    grazie. Molto bello e interessante. Ti ringrazio per questa bella ora che ho trascorso durante la lettura e le spiegazioni. Viene desiderio di provare e di imparare. Ma mi chiedo. Poi chi li interpreta? Come si fa a capirne i significati? Quali sono i conflitti nel mandala? Quali i talenti, le scoperte di se, le vie aperte distese , quali i blocchi , le chiusure? Mi esprimo nel colore, ma non so magari interpretarlo e trovare le soluzioni. Che cosa ho espresso nel mio mandala? Grazie. Marina

  3. rosa

    non ho ancora fatto questa esperienza mi sto organizzando per avere tutto quello che mi serve. grazie in futuro scriverò un commento . saluti rosa

  4. vanessa

    Scusate, ma poi i mandala che facciamo vanno bruciati o gettati? Ho letto che dopo averli eseguiti andrebbero distrutti.

    Grazie Vanessa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.